header.gif

Viareggio

Viareggio (www.vacanzeinversilia.comwww.comune.viareggio.lu.it )

Distanza: 10 Km (15 min.)
Nota a molti come la città del Carnevale, Viareggio deve la sua fortuna prima di tutto al turismo balneare che ne ha fatto fin dal 1800 una delle località più belle e frequentate della nostra penisola. Le lunghe spiagge sabbiose e una splendida passeggiata costellata di hotel, ristoranti, negozi, cinema e locali sono ogni anno un richiamo irresistibile per tutti quei turisti che amano trascorrere una comoda e piacevole vacanza in riva al mare.
Fondata verso la metà del 1100, in principio Viareggio poteva contare solo poche decine di case e magazzini costruiti intorno al fortilizio innalzato a difesa del piccolo scalo portuale. Rimasta sostanzialmente invariata per alcuni secoli la cittadina subì una leggera espansione intorno alla metà del ‘500 grazie ai primi interventi di bonifica sulle paludi circostanti e alla costruzione di un’ulteriore torre fortificata a difesa del porto che resero il territorio più salubre e più sicuro. La vera fortuna della città però arrivò solo nel 1819, anno in cui venne costruita la prima darsena, evento che permise alla già fiorente attività di cantieristica navale di fare un notevole salto di qualità consentendogli di raggiungere i livelli di eccellenza che ormai tutti conoscono.
Nel 1822, con la costruzione della villa della sorella di Napoleone, si apre ufficialmente per Viareggio la stagione del turismo. Con l’arrivo dei nobili e dei ricchi si costruiscono i primi stabilimenti balneari (1828) e la città si espande. Gli anni felici della città, a cavallo fra ‘800 e ‘900, sono ancora ben visibili nelle architetture di molti edifici che esaltano lo stile liberty.
Vestigia del passato sono la Torre Matilde, massiccia costruzione edificata nel 1534 a difesa del porto, e Villa Paolina (Paolina Bonaparte Borghese, sorella di Napoleone), oggi convertita in museo nelle sezioni del quale si possono ammirare gli arredi d’epoca restaurati, ritrovamenti Etruschi e dell’Età del bronzo, una collezione di antichi strumenti musicali e una raccolta di opere d’arte contemporanea di artisti quali Viani, Guttuso, Carrà, Sironi e De Chirico.
Da ricordare senza dubbio la Cittadella del Carnevale, vasto spazio urbano sede del Museo del Carnevale, in cui è possibile ammirare le opere in cartapesta e visitare gli “hangar” in cui ogni anno vengono costruiti i magnifici carri allegorici.
Per gli appassionati di “arti marinare” segnaliamo il piccolo Museo della Marineria, situato nei pressi del porto in cui di frequente vengono ormeggiati i faraonici yacht realizzati dai cantieri locali.


Versione stampabile


Page generated in 0.0221 seconds by SineCms Version: 2.2  Show Source
Powered by SineCMS Powered by PHP Powered by Mysql Css Valid Html 4.01 Valid
Under GNU/GPL Licence